Per gestire al meglio la tua navigazione su questo sito, alcune informazioni verranno temporaneamente memorizzate in piccoli file di testo chiamati cookie. È molto importante che tu sia informato e accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web. Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie.

Sono convinto che la conoscenza e l'autoritarismo siano legati da un rapporto inversamente proporzionale: all'avanzare dell'una indietreggia, proporzionalmente, l'altro.
Quindi, laddove manca l'informazione e la consapevolezza di possedere un diritto, si creano le condizioni affinché esso venga negato o compresso.
Questa convinzione mi spinse, qualche anno fa, ad ideare la predisposizione dell'allegato documento che dedicai a tutti i cittadini militari.
Lo scopo principale era quello di fare luce sulle specifiche problematiche attinenti al particolare status militis.
Lo studio rappresenta la sintesi di un pacifico confronto tra un cittadino ed un cittadino militare.
La diversità di vedute degli autori si spera abbia garantito alle opinioni espresse buoni presupposti di imparzialità nell'analisi e di serenità nel giudizio. 
Il documento non ha la pretesa di assurgere a dignità dottrinale ma intende avere un valore, più che altro, divulgativo, nell'intento di stimolare il dibattito ed il confronto su temi spesso trascurati ma di grande attualità, non solo per gli addetti ai lavori, ma per tutti coloro che si sentono quotidianamente coinvolti, a diverso titolo, nel confronto tra autorità e libertà.  

Cleto Iafrate