Per gestire al meglio la tua navigazione su questo sito, alcune informazioni verranno
temporaneamente memorizzate in piccoli file di testo chiamati cookie. 
È molto importante che tu sia informato e accetti la politica sulla privacy e sui cookie di questo sito Web.
Per ulteriori informazioni, leggi la nostra politica sulla privacy e sui cookie.

Articoli

Articoli

Riordino: ecco perché è sconsigliato fare ricorso

Dal alcune settimane è in atto, da parte di alcuni soggetti, il tentativo di proporre dei ricorsi avverso il recente "riordino delle carriere".

Lo Studio Legale Coronas, interpellato per un parere, ha ritenuto invece che non sussistano le condizioni per intraprendere una favorevole iniziativa giudiziale.

Di seguito alcune brevi considerazioni in ordine alle “criticità” del recente riordino del ruolo Marescialli.

Lo Staff di Sergenti.it

 


  

Fra le varie problematiche poste dal recentissimo D.Lgs. 29.05.2017, n.94, ci è stato chiesto di valutare alcune “criticità”, che emergerebbero dalle disposizioni, a regime e transitorie, di riordino del ruolo Marescialli:

  1. la trasformazione della qualifica di Luogotenente in grado e l’introduzione della nuova qualifica di Primo Luogotenente determina un allungamento dei tempi per raggiungere il grado apicale del ruolo, precludendolo al personale meno giovane;
  2. i Primi Marescialli con meno di 8 anni anzianità nel grado si trovano ad essere declassati dalla posizione apicale già rivestita e ad essere privati, se e fintanto che non conseguiranno il nuovo grado di Luogotenente, della possibilità di transitare nella categoria Ufficiali;
  3. i Marescialli Capo con più di 8 anni di anzianità nel grado in servizio diverranno sì tutti Primi Marescialli, ma indistintamente, e cioè senza conservare la diversa maggiore anzianità posseduta.

Non nuovi della materia, non possiamo non ricordare che, in occasione del riordino del 1995, la Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi su questioni analoghe o affini sollevate in relazione a ricorsi proposti da personale delle Forze Armate e delle Forze di Polizia, ha avuto modo di affermare, fra l’altro, che:

  • non esiste un principio che imponga l’intangibilità degli sviluppi di carriera o delle aspettative di promozione o la conservazione delle pregresse anzianità in altra qualifica (con responsabilità e funzioni non coincidenti) del dipendente di Pubblica Amministrazione, essendo rimesso alla discrezionalità del legislatore stabilire il passaggio tra posizioni e sistemi ordinamentali modificati” (Corte Cost. n.151/1999);
  • le variazioni dell’assetto organizzatorio della pubblica amministrazione rientrano nelle scelte del legislatore, e non sono di per sé indice di un peggioramento dell’andamento dell’amministrazione, anche se diminuiscono o non accrescono le posizioni di singoli o di gruppi di dipendenti. Ciò quando si inseriscono in un disegno dichiarato di politica normativa tendente alla razionalizzazione e alla omogeneizzazione di situazioni di ordinamenti, quali quelli delle Forze di Polizia o delle Forze Armate” (Corte Cost. n.63/1998);
  • non si può ravvisare lesione dell’art.97 della Costituzione per il fatto che siano intervenute variazioni nell’assetto organizzatorio della Pubblica Amministrazione, che non sono di per sé indice di peggioramento anche se accompagnate da minori accrescimenti di posizioni economiche o di svolgimento di carriera di singoli o di gruppi di dipendenti, che pur sempre hanno ottenuto vantaggi e miglioramenti tutt’altro che insignificanti, anche se in misura inferiore a quanto desiderato dagli stessi; ciò quando le variazioni si inseriscono in un disegno dichiarato di politica normativa e in scelte (non palesemente arbitrarie né manifestamente irragionevoli) discrezionali, tendenti alla razionalizzazione e alla omogeneizzazione di situazioni ordinamentali e trattamenti quali quelle delle forze di Polizia e delle Forze Armate, evitando alterazioni settoriali e rincorse di rivendicazioni” (Corte Cost. n.151/1999);
  • le norme denunciate sono il risultato di una scelta del legislatore, che può essere anche discutibile in comparazione ad altre possibili soluzioni più o meno convenienti per particolari interessi di categorie o di settori di personale (certamente degni di apprezzamento nella sede opportuna di iniziativa); ma ciò costituisce merito di politica legislativa non sindacabile in questa sede al di fuori dei ricordati limiti di non palese arbitrarietà o di non manifesta irragionevolezza” (Corte Cost. n.63/1998).

Condivisibile o meno che sia la “scelta del legislatore”, riesce difficile immaginare che la Corte Costituzionale, se e quando investita dell’esame delle disposizioni dalle quali derivano le “criticità” di cui sopra, non confermi i principi già enunciati in occasione del riordino del 1995, individuando le disposizioni dalle quali derivano come “merito di politica legislativa non sindacabile”.

Il momento, del resto, è tutt’altro che favorevole alle rivendicazioni del personale, quando comportino, direttamente o indirettamente, un aggravio per la spesa pubblica.

Non ravvisiamo, in conclusione, le condizioni per un’iniziativa giudiziale che possa portare a risultati diversi da quelli negativi sortiti dal contenzioso sul riordino del 1995.

Studio legale Coronas

 

 

 

fonte: http://www.studiolegalecoronas.it/2017/09/11/brevi-considerazioni-sul-riordino-del-ruolo-marescialli/ 

 


Discuti questo articolo nel forum (2 risposte).

Avatar di Eddy
Eddy ha risposto alla discussione #8404 2 Anni 3 Mesi fa
Piuttosto sembra che un sindacato di polizia ,se non ricordo male il coisp, ha fatto alcune proposte di modifica al riordino (visto che entro 1 anno è prevista tale possibilità dalla legge) nello specifico per il personale del ruolo sovrintendenti con 12-13-14 anni nel ruolo secondo l'attuale riordino verrà penalizzato in quanto i "2 anni in più" passati nel grado di sergente per passare SM non vengono considerati mentre secondo la loro proposta si terrà conto anche di ciò. Scusate la scarsa precisione con la quale descrivo l'argomento ma l'ho letto qualche settimana fa e non ricordo bene ma il succo era questo. Magari sarebbe il caso di appoggiare tale proposta che ne pensate?
Avatar di Eddy
Eddy ha risposto alla discussione #8403 2 Anni 3 Mesi fa
Beh, d'altronde come farebbero gli avvocati a fare soldi senza tutta sta gente che crede ancora alla favola dei ricorsi persi......fate beneficenza piuttosto.

Baciò una soldatessa nel 2007: processo infinito per un sergente

Siamo ancora in aula: oltre dieci anni dopo gli episodi contestati dall’accusa, e a oltre quattro dalla prima condanna. Era il 2013 quando il sergente Nicola Musto, 40 anni, prese un anno e otto mesi per violenza sessuale nei confronti di una sottoposta. Ma accogliendo l’eccezione di legittimo impedimento per motivi di salute sollevata dalla difesa, i giudici in appello hanno deciso: tutto da rifare. Anche il primo grado, quindi. Il terzo, peraltro, visto che nel 2009 aveva già patteggiato 14 mesi salvo poi fare ricorso in Cassazione.

Il bacio rubato e le avances in farmacia
Galeotto fu un bacio: strappato con la forza per la presunta vittima, mai dato per l’imputato. Che glielo avrebbe schioccato, sul collo, durante un’ispezione alla polveriera di Ome, l’11 luglio del 2007: proprio mentre lei, all’epoca soldato semplice (oggi caporal maggiore) se ne stava seduta al suo fianco sul Defender di servizio — che lui accostò — con il viso rivolto al finestrino e il bavero della mimetica leggermente alzato. Come a proteggersi. Non le gradivano, le avances di quel superiore, e l’ha ribadito anche giovedì in aula: «Continuava a riempirmi di complimenti, a dirmi che ero bellissima». Poi, poche ore prima di quel sopralluogo in Franciacorta, «andammo in farmacia, gli dissi che dovevo comprare una crema». La reazione: «Te la spalmerei su tutto il corpo». «Ma sergente cosa sta dicendo?» si sarebbe stizzita lei. Eppure lui non si sarebbe arreso. E le avrebbe rubato un bacio. «Posso dartelo?»: di fronte al silenzio della giovanissima soldatessa (aveva 19 anni) è entrato in azione. «Mi disse che credeva io fossi interessata a lui, ma si sbagliava». Un gesto, chiede il presidente Roberto Spanò in aula, «che ha considerato uno sgarbo o una violenza sessuale?». «Entrambe le cose».

La soldatessa: «Quell’episodio mi ha turbato»
Lei si confidò con il suo caporale e alcune colleghe. Poi fece una relazione scritta al suo reparto. Fu convocata anche dalla procura militare di Verona (è emerso che la Cassazione ha dichiarato insussistente il reato militare). E per i giudici bresciani di primo grado, nel 2013, si trattò di violenza sessuale, da condannare con un anno e otto mesi. «Sono rimasta profondamente turbata da quell’episodio, ero giovane e forse non ho saputo reagire» ricorda la parte offesa. E in imbarazzo, oltre alle avances del suo superiore, l’avrebbero fatta sentire anche alcuni suoi comportamenti: «Suonava il clacson alle prostitute con fare goliardico, mi sentivo a disagio, insomma, siamo militari...». Militari che tra il 5 e l’11 luglio di dieci anni fa erano in servizio in polveriera: tutte donne, tranne lui, il sergente. L’ennesima decisione a febbraio.

di Mara Rodella

 

 

 

fonte: http://brescia.corriere.it/notizie/cronaca/17_novembre_03/bacio-soldatessa-processo-infinito-sergente-brescia-franciacorta-8ba210ae-c06e-11e7-8b75-0df914d10fe2.shtml?refresh_ce-cp 

ASSEGNO UNA TANTUM DI 1200,00 € PER IL RUOLO SERGENTI. FACCIAMO CHIAREZZA

In questi giorni i Luogotenenti +4 e +8 e i CMCS +8 hanno ricevuto l’assegno una tantum previsto dal decreto legislativo n. 94/2017 (1500,00 euro lordi per i LT+8, 1300,00 euro lordi per i LT +4 e 800,00 euro lordi per i CMCS+8).

Più volte nel gruppo FB Sergenti Informa abbiamo affrontato con molta attenzione il discorso una tantum di 1200,00 euro che il ruolo sergenti non percepirà. Nonostante i vari post, commenti e spiegazioni, ci rendiamo conto che per molti colleghi non sono ancora chiare la motivazioni di tale presunta “esclusione”. Cerchiamo di vederle insieme.

Per prima cosa analizziamo la norma contenuta nel decreto legislativo n. 94/2017. Il riordino prevede che tale assegno venga corrisposto ai sergenti maggiore capo e gradi corrispondenti con almeno otto anni di anzianità nel grado alla data del 31.12.2016. Com’è noto, nessuno degli appartenenti al ruolo sergenti di Esercito, Marina e Aeronautica possiede questo requisito. Infatti il corso più anziano può vantare al massimo sei anni di permanenza nel grado al 31.12.2016.

Ma allora perché è stato disposto il paletto del grado apicale del ruolo con 8 anni nel grado? Cerchiamo di spiegarlo in poche parole.

Preliminarmente va osservata la tabella parametrale in vigore prima del riordino.

Prima del riordino il Brigadiere Capo dei Carabinieri con + 8 anni nel grado percepiva già il massimo parametro. Tale parametro era previsto anche nella vecchia tabella per i SMC+8 anche se, di fatto, ancora nessuno aveva mai raggiunto tale traguardo.

Con il riordino tutti hanno percepito un aumento parametrale, anche i Brigadieri Capo+8 (ora speciali) ma esiste una differenza. Il Brigadiere Capo + 8 col riordino passa dal parametro 122.50 al parametro 131.00 (qualifica speciale) e qui si ferma in quanto non avrà nessun altra progressione né economica né di grado. Costui quindi era già al parametro massimo della vecchia tabella (122.50) pertanto, dal riordino, senza alcuna una tantum, sarebbe stato penalizzato economicamente rispetto ai colleghi Brigadieri Capo -8 i quali dal riordino ottengono prima un aumento parametrale +4 (il nostro SMC+4) e successivamente il parametro da speciale (131). Inoltre, per tutto il restante ruolo vi è un accorciamento delle carriere (da 16 a 9 per il grado massimo), cosa che ovviamente non riguarda il Brigadiere Capo+8 (ora speciale) che ha già comunque raggiunto l’apice della carriera già prima del riordino stesso.

E' facile constatare che In EI, AM e MM nessuno si è trovato nella situazione del Brigadiere Capo + 8, pertanto, per quanto attiene questo specifico comma del riordino, nessuno è stato penalizzato non avendo appunto mai raggiunto la soglia stipendiale massima prima del 31.12.2016 (e nemmeno prima del 01.10.2017).

Qualcuno potrebbe obiettare sul perché sia stato inserito tale comma nel riordino delle Forze Armate pur sapendo che nessuno del ruolo sergenti avrebbe percepito questo assegno una tantum. Essenzialmente per questioni di equi-ordinazione. Riteniamo che sarebbe stato peggio il contrario.

Speriamo che questa breve analisi possa dirimere alcuni dubbi sorti sulla “mancata” attribuzione dell’assegno una tantum per il ruolo sergenti.

Tralasciamo invece le polemiche che girano in rete a proposito della tassazione dell’una tantum percepita dai Marescialli e Graduati. Quando si parla di importi lordi (in questo caso sia per l’una tantum dei gradi apicali sia per l’assegno di riordino di 350,00 euro) bisogna considerare sempre che tali importi sono tassati sia di ritenute assistenziali/previdenziali (9,15%) sia di irpef (27% o 38%). Questo da sempre ma per alcuni sembra una novità dell’ultimo mese.

 

Lo Staff di Sergenti.it

 

 


Discuti questo articolo nel forum (8 risposte).

Avatar di Fafabio
Fafabio ha risposto alla discussione #8400 2 Anni 3 Mesi fa
Hai perfettamente ragione siamo dei pecoroni....vedi tra noi continuiamo a darci contro e a ringraziare persone che oltre a non farci guadagnare nulla e farci trattare da sott.li di serie B ...siamo in grado solo di accontentacii e darci contro........non siamo per niente una categoria
Avatar di ANTONIO
ANTONIO ha risposto alla discussione #8399 2 Anni 3 Mesi fa
buon giorno, caro Alfio la spiegazione è esaustiva, ma sarebbe stato meglio saperlo prima, perche adesso e chiaro che non spetta al ruolo sergenti , ma credo che queste informazioni già si conoscevano in sede di stipula della riforma, comunque grazie per il lavoro che fai buona giornata.
Avatar di manu
manu ha risposto alla discussione #8398 2 Anni 3 Mesi fa
Buonasera enter75, é vero, arruolandoti il16 maggio 95 ti sei trovato con la nuova legge la 196 ed hai continuato un iter previsto senza intoppi come invece hanno trovato gli ultimi arruolati con la 958, carriera troncata da un giorno all'altro. Penso che i nostri rappresentanti abbiano fatto un buon lavoro, ridando ciò che é stato tolto loro maldestramente. Per quanto riguarda la parte amministrativa "credo" che il possibile sia stato fatto. Purtroppo il cane grande mangia la parte più grossa ed al piccolo rimangono le briciole, ricordiamoci che il parametro ė stato aumentato di 10 punti che non é male, parliamo di circa 150 € lordi. Non facciamoci ingannare dal bonus di 80 € perché era tale "un BONUS" e non rappresentava una voce stipendiale quindi non era per sempre.
Per quel che riguarda il blocco dello stipendio quello é stato per tutti, aspettiamo solo il nuovo contratto per vedere cosa succede, altro non possiamo fare. Buona serata

Sergenti.it si stringe attorno a Stefano Sciola, il Serg. Magg. dell'Aeronautica con la passione della musica

Il cuore di un dolcissimo ragazzo cagliaritano batte ancora: dj Stefano Sciola, conosciutissimo nel mondo dei locali e delle radio, è salvo e sta bene dopo un delicatissimo intervento chirurgico al cervello effettuato nelle scorse ore a Milano. Un’operazione necessaria per risolvere alcune complicazioni in seguito al malore che aveva avuto a bordo della sua auto a luglio, quando rientrava dal lavoro dalla base di Decimo. Stefano Sciola, un ragazzo d’oro, scrive questo bellissimo messaggio dal letto di ospedale: “Ho ricevuto tantissimi sms di affetto e saluti. Non ho ancora avuto modo di aprire Fb. Non so se sia stato tu. Nel caso, ti ringrazio dal profondo del cuore amico mio per i tuoi pensieri. Sei sempre tanto buono e sensibile. Ieri sono stato operato al cervello, 6 ore..un intervento delicato necessario dopo la famosa emorragia di luglio. È andato tutto bene. Sono ricoverato all ISTITUTO NEUROLOGICO CARLO BESTA a Milano. Non sono più in terapia intensiva ma in reparto. Mi hanno vestito, medicato,messo seduto,tolto il catetere. Sono imbottito di morfina ma lucido. Vi ringrazio dal profondo del cuore. Tantissimi saluti e tanto affetto,in queste situazioni sono nutrimento per l’anima. A luglio scrissi che ero stato salvato dagli Angeli. Hai portato bene amico mio, gli Angeli sono stati sempre con me. Ringrazio tutti coloro che hanno pregato per la riuscita di questo delicatissimo intervento chirurgico”. E Stefano è lì, con quella sua mente unica, quella bontà che lo contraddistingue, salvato ancora dagli Angeli.

Jacopo Norfo

 

 

 

fonte: http://www.castedduonline.it/dj-stefano-sciola-la-giornata-piu-bella-salvato-ancora-dagli-angeli/

 

Riordino, tutte le tabelle sul trattamento economico aggiornate

A pochi giorni dal 1° ottobre 2017, data di effettiva entrata in vigore del riordino, pubblichiamo delle tabelle che rappresentano la situazione reale sul trattamento economico attualmente in vigore per il personale militare.

Si tratta di una completa panoramica, grado per grado, sui parametri e stipendi, sull'importo aggiuntivo pensionabile, sull'assegno di funzione, sul compenso per lavoro straordinario, sul C.F.G., sul C.F.I., sull'indennità operativa e sue maggiorazioni.

Nel ringraziare Leo "Marin" Santoru per il prezioso contributo, riteniamo il documento un valido ausilio utile a tutto il personale.

 

Alfio Messina,

Ideatore e Coordinatore di Sergenti.it

 

 

 

 

SCARICA

 

 

 

Assegno lordo una tantum di 350€. In rete impazza l'ignoranza

A poche ore dalla pubblicazione degli statini NOIPA riguardanti l'assegno lordo una tantum di 350,00€ la "rete" è impazzita. Nei gruppi social e whatsapp sono stati numerosi i commenti rabbiosi ma soprattutto incompetenti. Un quadro che la dice lunga di come la stragrande maggioranza del personale non conosca per niente la propria busta paga e le dinamiche sulla propria tassazione. Il tutto evidentemente pompato anche da disinformatori seriali e di professione che, in tale quadro, ci sguazzano per i fini più disparati.

La norma di legge prevedeva, infatti, un bonus di 80€ (in nero) fino all'entrata in vigore del riordino e comunque non oltre il 31 dicembre 2017. Con l'entrata in vigore del riordino ovvero il 1 ottobre 2017 si sarebbero perse tre quote del bonus (80€ x 3 riguardante i mesi di ottobre, novembre e dicembre). Pertanto, col riordino, è stato creato un meccanismo per garantire un importo pensionabile anche per i tre mesi successivi in cui le 80€ non sarebbero più spettate.

L'importo previsto di 350,00€, come è normale che sia, è stato tassato al 9.15% delle ritenute assistenziali e previdenziali. Ne è conseguito un importo lordo di 317,97 da decurtare con Irpef ad aliquota massima (38% o 27%) per poi ottenere l'importo netto. Al 38% il netto è 197,14€. Al 27% è di 232,12€.

La precisazione era tanto doverosa quanto frustrante per il grado di ignoranza emersa dai commenti di numerosi utenti della rete.

Alfio Messina, Delegato Cocer Interforze

 

 


Discuti questo articolo nel forum (3 risposte).

Avatar di freddo
freddo ha risposto alla discussione #8389 2 Anni 4 Mesi fa
infatti,non capisco perché' non si dimette,io mi vergognerei di rappresentare un branco d'ignoranti.......
Che poi non capisco chi sia più ignorante tra chi fa domande lecite e chi risponde in maniera sgarbata apostrofando sempre le persone
Avatar di pepkawa
pepkawa ha risposto alla discussione #8387 2 Anni 4 Mesi fa
E allora perché rappresentare questi "incompetenti"?? Dimettiti, salvati da questa tua frustrazione!!!
Avatar di STURMSERGENT
STURMSERGENT ha risposto alla discussione #8385 2 Anni 4 Mesi fa
Buongiorno. Innanzitutto chiedo venia per le eventuali castronerie che scriverò. Ho ricevuto un cedolino aggiuntivo con questi 197 euro netti(tassati ad aliquota irpef massima). Il dubbio è che sul cedolino non compare nessuna imposta delle RAP bensi direttamente le 317 euro. Sulle altre buste paga nello specifico appaiono 2 quadri uno per RAP uno per l irpef. Grazie a coloro che mi daranno risposta.

Sergente occupa il parcheggio disabili e minaccia l'agente che vuole multarlo. Ora l'uomo rischia il carcere.

Prima ha posteggiato senza autorizzazione nel parcheggio per disabili. Poi ha insultato e minacciato un'agente della Polizia locale di Santo Stefano Magra che l'ha multato. Non è stata una buona giornata per un sergente della Marina, 44 anni residente alla Spezia, imbarcato su Nave Viareggio che è stato denunciato per minaccia a pubblico ufficiale.

Ad innescare il tutto è stato il colpo d'occhio dell'agente che si trovava in servizio nella zona di Decathlon a Santo Stefano Magra. Il parcheggio della catena dedicata all'abbigliamento e all'attrezzatura sportiva vanta 150 posteggi, ma il conducente di una Dacia Duster ha preferito piazzare la sua auto nello stallo per disabili posto davanti al negozio.

L'agente ha redatto un verbale da 85 euro e che prevede la decurtazione di 2 punti sulla patente. Poco dopo è arrivato il conducente della vettura. Stando a quanto riferito dalla Polizia locale il 44enne ha iniziato a muovere pesanti polemiche contro l’azione della donna in divisa in generale e in particolare, riferito all’agente sul posto, ha contestato che la sua uniforme non era in ordine in quanto sprovvista di arma.

L’agente della polizia locale, senza dar adito ad ulteriori polemiche, ha riferito di essere assunta a tempo determinato e che pertanto l’armamento può non essere previsto. A quel punto l’uomo, che si era fin da subito qualificato come sergente sottufficiale della Marina Militare esibendo il proprio tesserino nel tentativo di non essere verbalizzato, ha aggiunto che dopo quel verbale l’agente avrebbe finito di lavorare. Dichiarazione pesante che non è passata inosservata. Il Comando polizia locale di Santo Stefano di Magra ha quindi avviato il procedimento penale per il sottufficiale che prevede dai 6 mesi fino a cinque anni di reclusione.

In casi analoghi si è espressa anche la suprema Corte di Cassazione ribadendo che ai fini dell’integrazione del delitto di minaccia a pubblico ufficiale non è necessaria una minaccia diretta o personale, essendo invece sufficiente l’uso di qualsiasi coazione, anche morale, ovvero una minaccia anche indiretta.

C.ALF

 

 

fonte: http://www.cittadellaspezia.com/Val-di-Magra/Sarzana-Val-di-Magra/Militare-occupa-il-parcheggio-disabili-244167.aspx

 


Discuti questo articolo nel forum (1 risposte).

Avatar di manu
manu ha risposto alla discussione #8378 2 Anni 4 Mesi fa
Queste persone sono quelle che mettono in cattiva luce le FFAA e tutti coloro che ogni giorno compiono nel massimo rispetto il proprio dovere. Sarebbe il caso di rivedere alcuni comportamenti incompatibili con le qualità morali di un militare e nel momento in cui si riscontrassero dei fatti lesivi al prestigio, l'allontanamento è l'unica soluzione.

Conferita la Qualifica Speciale ai Sergenti Maggiore Capo (fino al 2014)

Con rispettivi Decreti Dirigenziali del 5 ottobre 2017 di Persomil, è stata conferita la Qualifica Speciale ai Sergenti Maggiore Capo dell'Esercito, della Marina e dell'Aeronautica promossi fino al 2014.

Se in passato non ho lesinato critiche a Persomil per i ritardi nella pubblicazione dei decreti di promozione, questa volta gli riconosco il merito di aver proceduto in tempi record con il fattivo supporto degli Enti periferici.

L'adeguamento economico al parametro 131 avverrà già dal mese di Novembre 2017 (con decorrenza ottobre 2017).

L'occasione mi è utile per fare chiarezza su due aspetti:

1) La qualifica speciale NON E' un grado ma per l'appunto una qualifica, pertanto la decorrenza (01.10.2017) non ha alcun effetto sull'anzianità di grado che resta fissata alla data di promozione al grado di Sergente Maggiore Capo - Secondo Capo Scelto. 

2) Il nuovo distintivo di grado è stato presentato al Cocer ieri 5 ottobre 2017. Dopo le rimostranze del Cocer lo S.M.D. ha, infatti, ritirato la soluzione del 21 settembre ed ha recepito la stelletta come elemento distintivo della "Qualifica Speciale" del grado di Sergente Maggiore Capo - Secondo Capo Scelto.

Di seguito i tre decreti di Persomil.

Alfio Messina

 

  

 

DECRETO ESERCITO (ruolo sergenti da pag. 69)

DECRETO MARINA (ruolo sergenti da pag. 31)

DECRETO AERONAUTICA (ruolo sergenti da pag. 58)

 

 


Discuti questo articolo nel forum (2 risposte).

Avatar di Mauro
Mauro ha risposto alla discussione #8382 2 Anni 4 Mesi fa
Già Manu,
l'aggiornamento è stato fatto, peccato che a conti fatti...il netto alla mano sia inferiore a quanto percepito nel mese di settembre (con parametro più basso).
Il paramentro a SMC QS (131) lo si dovrebbe trovare dal mese di novembre.
Avatar di manu
manu ha risposto alla discussione #8379 2 Anni 4 Mesi fa
In effetti sul cedolino di ottobre l'aggiornamento é stata effettuato ma non compare il parametro per SMC QS ma come SMC +4....

Moduli e istanze per il riordino

Continuano a giungere richieste di chiarimento in merito ad una fantomatica istanza da presentare per richiedere bonus o ulteriori effetti derivanti dal riordino.

ATTENZIONE.

Non sarà necessario presentare nessuna istanza in quanto tutti gli effetti del riordino verranno automaticamente riconosciuti.

Diffidate da chi mette in giro queste notizie false e tendenziose.

 

Lo Staff di Sergenti.it

 

 

 

 

 

Qualifica Speciale in tempi record

Come preannunciato dai delegati Cocer Galantuomo (EI), Saccome (MM) e Messina (AM), la Direzione Generale del Personale Militare ha provveduto ad emanare un'apposita direttiva per il conferimento della Qualifica Speciale ai Sergenti Maggiori Capo (e gradi corrispondenti) che hanno maturato il diritto alla data del 1° ottobre 2017.

La procedura prevede tempi velocissimi per l'attribuzione della Qualifica Speciale purchè le Amministrazioni spediscano, con estrema urgenza (entro il 3 ottobre 2017) gli elenchi richiesti.

Il corretto rispetto della tempistica consentirà il pagamento del rispettivo parametro stipendiale (parametro 131) già con il cedolino di novembre 2017.

 

Lo Staff di Sergenti.it

 

 

 


Discuti questo articolo nel forum (17 risposte).

Avatar di manu
manu ha risposto alla discussione #8374 2 Anni 4 Mesi fa
Scartabellando in giro salta fuori il dossier sul riordino del Senato e per quanto riguarda l'una tantum per i gradi apicali :

il riconoscimento di un assegno lordo una tantum a favore del personale che non beneficerà delle anticipazioni della progressione in carriera previste dallo schema di decreto legislativo, variabile da 800 a 1.500 euro lordi e con un onere complessivo di circa 140 milioni di euro.

A questo punto, del ruolo sergenti, chi non beneficia delle anticipazioni della progressione della carriera? Il SMC promosso con le vecchie permanenze nel grado fino al 1 gennaio 2017( 7/7 a regime 5/4) ?
Avatar di Mauro
Mauro ha risposto alla discussione #8373 2 Anni 4 Mesi fa
Appunto Manu,
è proprio qui che nasce l'equivoco.
Tutte le aliquote rientrano nella QS (quindi nella permanenza di 8 anni nel grado) solo nel caso in cui si ricalcola la decorrenza giuridica in base a quanto sancito nello stesso riordino.
In pratica per la promozione alla QS si ritiene calcolata, anche se "diciamo" in maniera fittizia (come hai ben chiarito tu in precedenza non è specificato che verranno ricalcolate le decorrenze giuridiche), mentre per quello che dovrebbe essere l'assegno "Una Tantum" non si sa quale sia la base di calcolo e le relative modalità di assegnazione.
Avatar di manu
manu ha risposto alla discussione #8372 2 Anni 4 Mesi fa
Un'altra cosa che mi era salta all'occhio era che l'attribuzione della QS per la formazione dell'aliquota straordinaria al 2014, il decreto prevedeva il possesso dei requisiti previsti dall' art.1323-bis, nella circolare persomil, il riferimento al suddetto articolo c'è, ma come noterete, manca proprio la lettera "A" il requisito degli otto anni...Ora mi chiedo se esiste una circolare applicativa del decreto che non tiene conto di alcune cose???
La lettera persomil la si trova ad inizio pagina.

decreto legislativo 94;
Art. 2254-ter (Disposizioni transitorie per il conferimento della qualifica speciale ai sergenti maggiore capo e gradi corrispondenti dell'Esercito italiano, della Marina militare e dell'Aeronautica militare). - 1. I sergenti maggiori capi e gradi corrispondenti, che alla data di entrata in vigore del presente articolo sono in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 1323-bis, con anzianita' nel grado fino al 2014, sono inclusi in un'aliquota straordinaria di valutazione formata al 1° ottobre 2017 e conseguono l'attribuzione della qualifica speciale con decorrenza dal 1° ottobre 2017.

decreto legislativo 66;
Art. 1323-bis (( (Attribuzione della qualifica speciale ai sergenti maggiori capo dell'Esercito italiano, della Marina militare e dell'Aeronautica militare). ))
((1. La qualifica speciale e' attribuita, previa verifica del possesso dei requisiti da parte della commissione di cui all'articolo 1047, comma 1, ai sergenti maggiori capi in possesso dei seguenti requisiti:
a) otto anni di anzianita' di grado;
b) assenza delle condizioni di cui all'articolo 1051;
c) aver riportato nel triennio precedente, in sede di valutazione caratteristica, la qualifica di almeno «superiore alla media» o giudizio equivalente;
d) non aver riportato nell'ultimo biennio sanzioni disciplinari piu' gravi della consegna.

Sottocategorie

Elezioni
Conteggio articoli:
6
Leggi e documenti
Conteggio articoli:
4
I caduti
Conteggio articoli:
11
Curiosita storia
Conteggio articoli:
12
Approfondimenti
Conteggio articoli:
754
News e extra
Conteggio articoli:
4
Contenzioso
Conteggio articoli:
4

Chi è online

Abbiamo 83 visitatori e nessun utente online

Da facebook

Recenti dal Forum

PROMOZIONE AL GRADO DI SERG. MAGG. CAPO DELL'A.M.

PROMOZIONE AL GRADO DI SERG. MAGG. CAPO DELL'A.M.

E' stato finalmente pubblicato il decreto di promozione al grado superiore dei sergenti maggiori dell'A.M. compresi nella 3^ aliquota di avanzamento riferita al 31 dicembre 2012.

Una probl…

Leggi tutto...: PROMOZIONE AL GRADO DI SERG. MAGG. CAPO DELL'A.M.


Discuti questo articolo nel forum (6 risposte).

Avatar di scuro
scuro ha risposto alla discussione #7515 5 Anni 3 Settimane fa
infatti sul sito di persomil del decreto non c'è più traccia.
Avatar di Alfio Messina
Alfio Messina ha risposto alla discussione #7514 5 Anni 4 Settimane fa
sembra che Persomil abbia fatto un errore e abbia annullato il decreto... stiamo verificando...
Avatar di scuro
scuro ha risposto alla discussione #7511 5 Anni 4 Settimane fa

Alfio Messina ha scritto: No, si tratta della 3^ aliquota del 1° e 2° corso AM


grazie alfio,per quanto riguarda il 3° invece quando si saprà qualcosa ?

SBLOCCO SALARIALE: MISSIONE COMPIUTA

SBLOCCO SALARIALE: MISSIONE COMPIUTA

 

Il Cocer Aeronautica, all’indomani degli avvenuti e solerti accrediti delle competenze nel mese di gennaio c.a., verifica con soddisfazione che l’azione intrapresa congiuntamente da Cocer…

Leggi tutto...: SBLOCCO SALARIALE: MISSIONE COMPIUTA


Discuti questo articolo nel forum (2 risposte).

Avatar di VECCHIATO
VECCHIATO ha risposto alla discussione #7501 5 Anni 1 Mese fa
grandissimi ragazzi!!!!!
Avatar di golia
golia ha risposto alla discussione #7500 5 Anni 1 Mese fa
come si dice nei nostri ambienti lavorativi un BRAVO ZULU per il lavoro svolto.

CASO MARÒ: CONVOCATO COCER INTERFORZE

Delegato Alfio Messina, preoccupano notizie dall'India su mancato permesso a Girone

Roma, 3 gen. (AdnKronos) - «Il Cocer Interforze si riunirà il prossimo 7 gennaio 2015 per discutere e intraprender…

Leggi tutto...: CASO MARÒ: CONVOCATO COCER INTERFORZE

Persomil certifica lo sblocco stipendiale ottenuto dal Cocer

Persomil certifica lo sblocco stipendiale ottenuto dal Cocer

Pubblichiamo la circolare emessa da Persomil in tema di sblocco stipendiale.

Adesso, anche i più scettici, dovranno ricredersi ed accettare il risultato ottenuto lo scorso settembre/ottobre dal Coce…

Leggi tutto...: Persomil certifica lo sblocco stipendiale ottenuto dal Cocer


Discuti questo articolo nel forum (3 risposte).

Avatar di Alfio Messina
Alfio Messina ha risposto alla discussione #7498 5 Anni 1 Mese fa
Claudino, cosa c'è da spiegare? Per caso hai in busta paga "classi e scatti"? Credo di no, almeno che tu non sia un ufficiale per i quali invece queste voci sono previste e sono state bloccate anche per il 2015
Avatar di claudino
claudino ha risposto alla discussione #7497 5 Anni 1 Mese fa
In particolare questo trafiletto......- conferma che gli anni 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015 non sono utili ai fini della maturazione degli scatti e delle classi stipendiali;.....grazie
Avatar di claudino
claudino ha risposto alla discussione #7496 5 Anni 1 Mese fa
Ciao alfio...per favore mi puoi spiegare la email ricevuta oggi riguardante le modalita dello sblocco?

Re.S.I.A: qualificati 21 Sergenti “Informatici”

Si è concluso, presso il Reparto Sistemi Informativi Automatizzati (Re.S.I.A.), il 25° corso per l'acquisizione della specialità informatica per sottufficiali a cui hanno partecipato 21 se…

Leggi tutto...: Re.S.I.A: qualificati 21 Sergenti “Informatici”